E' possibile svolgere un tirocinio all'estero su propria iniziativa con la condizione che l'azienda ospitante deve stipulare una convenzione con l'ateneo (come le aziende italiane).

Nel caso l'azienda estera avesse problemi a convenzionarsi (ma Ŕ difficile imaginarne i motivi) Ŕ possibile svolgere il tirocinio privatamente e chiedere il riconoscimento a posteriori - a condizione che lo studente procuri una propria copertura assicurativa o l'azienda stessa garantisca la copertura.

Chi intende organizzare il proprio tirocinio deve comunque compilare la domanda come tutti gli altri, esprimendo le proprie preferenze per i tirocini 'convenzionali' e aggiungendo una nota di spiegazione.

Leggete anche la nota sul riconoscimento a posteriori e per eventuali dubbi rivolgetevi al Prof.ssa Antonini durante il suo ricevimento.